Biorivitalizzazione e biostimolazione viso, collo, decolletè, mani

La BIORIVITALIZZAZIONE E BIOSTIMOLAZIONE sono trattamenti medico-estetici che, avendo lo scopo di rallentare l’invecchiamento cutaneo (cosiddetto crono e fotoinvecchiamento), agiscono reintegrando i normali costituenti del derma quali glicosamminoglicani, zuccheri ed aminoacidi e ripristinndo un ambiente fisiologico ideale affinchè i fibroblasti possano sintetizzare collagene nelle migliori condizioni possibili.

Gli inestetismi e le patologie trattabili sono:

  • Invecchiamento cutaneo (crono e fotoinvecchiamento) di viso, collo, decolletè, mani
  • Piccole cicatrici depresse
  • Smagliature (Striae distensae)

Le aree che possono essere trattate:

Tutto il corpo ed in particolare viso, collo, decolletè e mani.

I risultati che si possono ottenere sono:

  • Pelle di aspetto compatto ed elastico con aumento della luminosità del viso
  • Riduzione della profondità delle micro-rugosità (pelle liscia)
  • Riequilibrio dei costituenti del derma.

Vantaggi

  • Dopo la seduta si possono riprendere immediatamente tutte le normali attività.
  • Indolore: il trattamento è ben tollerato, non prevede anestesia.
  • Può essere effettuato contemporaneamente ad altri trattamenti (botulino, filler, laser).
  • Possono essere effettuate su qualsiasi paziente in quanto gli effetti collaterali sono praticamente nulli.

Svantaggi e Raccomandazioni post-trattamento

  • Reazioni comuni ad una normale iniezione: edema, eritema, prurito, dolore e sensibilità nei punti di iniezione.
  • Evitare l’esposizione solare diretta fino a che il rossore, il gonfiore e gli ematomi sono evidenti.
  • Risultati visibili dopo un ciclo di trattamenti (consigliate almeno 3-4 a cadenza settimanale).

DSCF1363a (Custom)

Come si svolge la seduta:

Materiali e Strumenti:

  • Siringhe
  • aghi 30G o 32G
  • cannule
  • farmaci o dispositivi medici.

Farmaci o dispositivi medici utilizzati sono: sostanze omeopatiche, Acido Ialuronico, Aminoacidi, Complessi Vitaminici, Fattori di crescita Piastrinici (PRP). L’Acido Ialuronico utilizzato per la Biorivitalizzazione si differenzia da quello utilizzato per il filler per la maggiore fluidità, inferiore peso molecolare e riassorbimento più rapido.

Tecnica:

Il paziente deve detergere la zona da trattare e se è il viso struccarlo prima del trattamento. Si prepara quindi la siringa con i farmaci o dispositivi medici selezionati ed adatti al caso. Il contenuto della siringa viene iniettato mediante aghi sottilissimi (30G o32G) nella zona da trattare poco per volta con tecnica a pomfi o iniezione retrograda a livello del derma superficiale. Le quantità per ciascun punto e il numero dei punti variano a seconda dell’area da trattare e della tecnica da utilizzare. Successivamente si applica una crema idratante ed emolliente a base di Arnica e si massaggiano i punti trattati.

Durata della seduta:

In media da 15 ai 30 minuti in relazione all’estensione dell’area da trattare.

Dolore:

Il trattamento è ben tollerato e non prevede anestesia anche se può risultare un po’ fastidioso per alcuni pazienti.

Post trattamento:

Evitare:

  • di truccarsi nelle 12 ore successive
  • attività fisica intensa per almeno 6 ore
  • lampade abbronzanti ed esposizione diretta al sole fino a che il rossore, il gonfiore e l’ecchimosi sono evidenti
  • alcolici
  • farmaci antinfiammatori non steroidei se non necessari e dietro prescrizione medica

Sedute successive:

La cadenza tra una seduta e l’altra può essere da 1 a 4 settimane. E’ altresì possibile intervallarle con sedute di altri trattamenti (botulino, filler).

Risultati finali:

I risultati consistono in un aumento della luminosità del viso e una riduzione della profondità delle micro-rugosità (pelle liscia) con un aspetto compatto ed elastico della pelle, e sono normalmente visibili in breve tempo.

Rischi e Controindicazioni:

La biorivitalizzazione e la Biostimolazione non hanno controindicazioni particolari e possono essere effettuate su qualsiasi paziente, preferendo evitare donne in stato interessante per motivi di opportunità più che per controindicazioni specifiche. Le sostanze utilizzate sono completamente riassorbibili e non danno problemi di allergia. La procedura non lascia generalmente segni e gli eventuali arrossamenti dovuti alle microiniezioni sono in genere di lieve entità e di breve durata. Infine si possono verificare reazioni comuni ad una normale iniezione che durano da poche ore a 12-24 ore. Queste, possono comprendere: edema, eritema, prurito, dolore e sensibilità del punto di iniezione, oltre che lievi ecchimosi che si risolvono in tempi brevissimi.